IL TUO NOME SANTIFICATO

€15.00

Ecco come queste poesie sono sorte.

Nel 2016 mi trovavo presso la casa circondariale di Velletri, in via Campoleone, dove svolgevo la mansione di bibliotecario presso la sezione 4A, quando un giorno mi convoca l’educatrice. Mentre mi appressavo a lei mi protendeva la sua mano mollemente prona la quale avrebbe richiesto un baciamano se le circostanze non mi avessero inibito, e lei stavolta sorridente a me: “come va?”, invitandomi al dunque di scegliere dalla biblioteca un libro per lei. Dalle scaffalerie per lei ripresi i “Pensieri” di Biagio Pascal, il quale io già avevo letto per conto mio. Prima di porgerglielo, la settimana quindi seguente, sugli spazi bianchi di questo libro avevo trascritto dei sonetti che la circostanza mi aveva suggerito, di carattere stilnovista nei quali si capiva quanto fosse lei, al secolo Maddalena Durante, la donna in oggetto. Lei, sbirciando, ricusò quella proposta, per cui successivamente scelsi un altro libro, asettico. Fu tuttavia quella l’occasione, successivamente sviluppata, a darmi scatto per ulteriori composizioni per un totale di 372 nelle quali gli argomenti spaziavano dai miei retaggi, alle mie riflessioni, in prosieguo di quelle che avevo messo giù sebbene dapprima in narrativa, ovvero in poesia larvata, dal mio accesso in un carcere fino a quel momento. Dal giorno della mia scarcerazione, avvenuta nel 2018, non ho più scritto poesie.

Ero titubante se scrivere allora o, come pigramente ritenevo, a scarcerazione avvenuta, ma mi sono deciso per la prima ipotesi, temendo infatti che una volta reintrodotto nel mio ambiente primitivo non ne avrei avuto più il tempo, la concentrazione e soprattutto il dono per farlo. A questo nel testo mi riferisco: “Cogliate i fiori finché non sarà la sfioritura”.

Il significato di questa raccolta sta nelle parole: “Quando vi trascineranno davanti ai tribunali allora mi sarete da testimone, e lo Spirito sarà lui a parlare per voi, ovvero nella lettera agli Efesini 6,12 in cui l’Autore rivela quanto sopra delle nostre teste vi sia un combattimento spirituale con le forze del male. In effetti sono giunto in carcere contro ogni logica e contro ogni evidenza ma solo, mi sono reso conto, perché potessi rendere tale testimonianza, ed ancora, concludo, per poter recuperare la persona la cui parola mi ha sospinto attraverso un tale percorso.


Opzioni Prodotto

Categoria POESIA