IL PITTORE DI POSTIGLIONE tra i maggiori artisti del'900 del classicismo e realismo napoletano

25,00 € tasse incl.

SARTI PERICLE (CAPUTO PASQUALE)

Add to Compare

Quando il maestro Pasquale Caputo, in arte Pericle Sarti mi ha chiesto di pubblicare un libro autobiografico, ne sono rimasto entusiasta. Egli mi ha consegnato un’infinità di documenti che vanno dal 1955 al 2021: articoli di giornali, locandine di mostre e recensioni di grande rilevanza, testimonianze di 65 anni di carriera artistica. Per me è diventata un’im-presa scegliere cosa pubblicare, ma alla fine ho optato per una sorta di compendio della vita artistica del maestro. Ho voluto inserire all’interno del libro l’anima dell’artista e l’essenza delle sue opere. Ho conosciuto Pericle Sarti ad un’estemporanea di pittura a Postiglione, il suo paese di origine; mi hanno colpito la sua personalità, la saggezza, il suo parlare composto senza alterare mai il tono della voce: ogni parola pronunciata aveva un senso, un valore, si percepiva linfa vitale nei suoi discorsi. Pericle Sarti è uno tra i più grandi artisti del realismo napoletano del ’900, i suoi dipinti sono di una bellezza artistica unica, egli ha avuto la capacità di riversare su tela tutto l’amore e l’affetto per la sua gente e la sua terra; ha dipinto volti scavati e segnanti dal tempo, figure vive che sono entrate a far parte della sua vita e della sua pittura. Una pittura fatta di contorni netti e decisi, tinte che si distendono su tela e fanno comprendere quanto grande sia il senso del colore nell’artista, che ne sa modulare con padronanza le sfumature e le differenti tonalità sia nei singoli elementi come nelle scene. Pericle ha posto la sua attenzione sui personaggi semplici, come i lavoratori, i contadini e sugli episodi della vita quotidiano della sua gente. La sua è un’esperienza emozionale e spirituale della realtà. Dipinge ciò che sente. In alcuni murales dipinti a grandezza naturale all’interno del paese si riconoscono persone reali del borgo natale del pittore, co-me ad esempio “La fiera”, un dipinto che si trova nell’aula consiliare del comune di Postiglione: in esso Pericle raffigura la realtà così com’è. Lo stile pittorico è sobrio ma deciso, fatto di colori terrosi e forme piene, orientato verso una riproduzione schietta e spontanea della realtà, esaltando la dignità della classe sociale dei contadini. Il suo interesse principale è stato sempre quello di cogliere e fissare l’at-mosfera e gli eventi quotidiani. La sua pittura ha affascinato nel corso degli anni vari personaggi che in lui hanno riconosciuto un talento artistico innato, ha partecipato a prestigiose mostre collettive ed è stato invitato ad esporre in varie città delle penisola italiana, ma anche a Parigi, Amsterdam e New York. All’età di 93 anni Pericle Sarti ancora dipinge la sua terra e la sua gente con delicatezza e accuratezza; i ricordi sono sempre vivi nella vita dell’artista e grazie alle sue opere si riesce a vivere quel particolare istante impresso nella sua mente e che magicamente ci trasporta nell’epoca che può essere testimoniata solo attraverso la sua arte poetica. A Pasquale Caputo, in arte Pericle Sarti, è dovuto questo contributo letterario perché i suoi dipinti non solo costituiscono un argomento di riflessione e ricerca, ma fanno parte della memoria e della storia di un paese.                            Salvatore Monetti

Editore MONETTTI EDITORE
Autore PERICLE SARTI
Titolo IL PITTORE DI POSTIGLIONE tra i maggiori artisti del'900 del classicismo e realismo napoletano
Pagine 124
Formato 15X21 A COLORI
EAN: 9791281043046
Copyright MONETTI EDITORE 2022

Related Products

Product successfully added to the product comparison!